Obiettivi

Negli ultimi anni si è assistito ad un lento declino delle strutture mercatali con una riduzione dei quantitativi commercializzati a seguito del progressivo abbandono degli operatori sia in fase di vendita che in fase di acquisto. In futuro quasi tutte le strutture potranno mantenere una funzione primaria a patto che siano in grado di gestire grandi quantitativi ed un elevato numero di transazioni.

Questo comporta un profondo ripensamento e una impostazione nuova che agisca sulle leve organizzative, logistiche e di marketing. L’acquisizione di una maggiore coscienza imprenditoriale da parte di tutti gli operatori coinvolti è il passaggio fondamentale per fare “sistema” all’interno di un settore in continua evoluzione. Il mercato all’ingrosso non può più essere solamente un incontro fisico tra domanda e offerta frammentata, ma deve divenire un luogo di concentrazione, di economie di scala nei servizi e nelle informazioni di settore.

In questo contesto nasce Filiera Ortofrutticola Romagnola la quale sta attuando un progetto di rilancio della struttura al fine di poter fronteggiare adeguatamente le sfide odierne e future. Le azioni primarie vertono, da un lato, sulla necessità di garantire adeguati standard qualitativi e igienico-sanitari e dall’altra con nel fornire processi di razionalizzazione della logistica interna per creare moderne piattaforme di distribuzione.