INCONTRO SULLE PESCHE DEL FUTURO

Sarà dedicato a una delle colture che ha fatto la storia della Romagna ortofrutticola il terzo e ultimo appuntamento con gli incontri di aggiornamento promossi dal Mercato ortofrutticolo di Cesena. Parliamo del pesco, ovviamente.

E’ in programma martedì 20 marzo alle 17, nella sala riunioni del Mercato, l’appuntamento con “Aggiornamento pesco” a cura di Stefano Foschi del Crpv di Cesena. Con il tecnico si approfondiranno gli aspetti inerenti agli aggiornamenti varietali del pesco, si passeranno in rassegna le ultime novità e si cercherà di capire quale direzione abbia intrapreso la ricerca varietale per questo frutto.

“La pesca è stata il frutto simbolo della Romagna e di Cesena – afferma Domenico Scarpellini, presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena – Inutile negare le criticità che la pesca ha affrontato negli ultimi anni, ma questo frutto ha ancora molto da dire. E’ però importante puntare sul gusto e sulla qualità, anche a scanso dei volumi, perché solo così si potrà incontrare il favore dei consumatori e i produttori potranno beneficiare di una giusta remunerazione per il loro lavoro. Durante la campagna peschicola, al Mercato di Cesena si può trovare ottimo prodotto locale che arriva da una filiera corta, controllata, all’insegna della freschezza e della tipicità”.

Per informazioni 0547/313393

ORTICOLE DA MERCATO FRESCO, L’INCONTRO

Continuano al Mercato ortofrutticolo di Cesena gli incontri tecnici di aggiornamento organizzati in collaborazione con il Crpv. Martedì 6 marzo è in programma l’appuntamento con “Aggiornamento orticole da mercato fresco”.

L’incontro si svolgerà nella sala riunioni del Mercato e inizierà alle 17 con l’introduzione di Vanni Tisselli del Crpv. A seguire Silvia Paolini di Astra relazionerà su “Lattuga, fagiolino da mercato fresco e cavolfiore: scelta varietale”.

L’appuntamento – un occasione per aggiornarsi e confrontarsi su queste colture – è aperto a tutti gli operatori del Mercato interessati e ai produttori del territorio.

Per eventuali informazioni si può contattare il Crpv (0547/313515) oppure i nostri uffici (0547/313393).

MELE BIO, INTERESSE E PARTECIPAZIONE

Un numeroso gruppo di intervenuti, tra operatori del Mercato ortofrutticolo di Cesena e di produttori del territorio, ha partecipato all’ultimo seminario tenico promosso da Filiera ortofrutticola romagnola e dedicato a “Nuove varietà di melo, cultivar resistenti alla ticchiolatura per la melicoltura biologica”.


A parlare di questo tema, nella sala riunioni del Mercato ortofrutticolo di Cesena, è intervenuto Claudio Buscaroli del Crpv. L’esperto ha fatto una panoramica sul comparto melicolo che, nel 2017, dovrebbe contare su una produzione italiana pari a 1,75 milioni di tonnellate, in calo del 23% rispetto ai 2,27 milioni del 2016 a causa delle gelate che hanno condizionato le produzioni melicole in montagna. In Emilia-Romagna la produzione è all’incirca stabile: sui 4.618 ettari investiti a melo, la produzione 2017 si dovrebbe attestare sulle 160mila tonnellate. A far la parte del leone sono soprattutto le province di Ferrara e Ravenna.

Buscaroli ha evidenziato come sia in diminuzione la superficie dedicata al melo in Emilia-Romagna, ma il biologico e le varietà resistenti alla ticchiolatura potrebbero essere una risposta a questo trend. La mela di pianura, soprattutto in annate come questa, dimostra di avere un suo mercato.

L’incontro è stato aperto dal direttore del Mercato, Matteo Magnani, dichiarando che: “Appuntamenti come questi sono utili per avere scenari aggiornati sull’innovazione variatale e riferimenti tecnici che, per produttori e grossisti, sono fondamentali per interpretare il mercato e individuare la strategia migliore per le proprie aziende. La mela è un prodotto simbolo della frutticoltura italiana e il biologico sta vivendo una stagione di grande sviluppo: come Mercato siamo felici di organizzare momenti come questi, molto apprezzati dagli operatori, mercoledì 6 marzo proporremo un aggiornamento sulle orticole da mercato fresco mentre martedì 20 un appuntamento dedicato al pesco, frutto simbolo della Romagna”.

Il presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena, Domenico Scarpellini, ha sottolineato che una strategia alimentare può rappresentare un passo cruciale verso la conversione ad una agricoltura etica ed ecologica, verso un lavoro agricolo meno precario, giustamente retribuito e più degno di considerazione sociale.

Incontro tecnico:AGGIORNAMENTO MELO

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena in collaborazione con i ricercatori del CRPV  organizza per i produttori agricoli, tecnici e operatori ortofrutticoli incontri formativi e aggiornamenti tecnici sui prodotti commercializzati nella struttura Mercatale. All’evento, che si terrà in via Dismano n 4001, dopo l’introduzione di Magnani Matteo del Mercato Ortofrutticolo, sarà la volta di Claudio Buscaroli del CRPV che aggiornerà i presenti in merito alle nuove varietà di melo, cultivar resistenti alla ticchiolatura per una melicoltura biologica. A seguire la discussione e le conclusioni.

Per maggiori informazioni:
Mercato ortofrutticolo di Cesena – Filiera ortofrutticola romagnola – Tel 0547 313393

Scarica la locandina 01_Seminari aggiornamento

2018 Calendario: Orari, Festività e Contatti

Ecco il nuovo Calendario con gli orari aggiornati, le festività e tutti i contatti.

LA FESTA DEGLI AUGURI 2017

Si è tenuta anche quest’anno al Mercato ortofrutticolo di Cesena la Festa degli auguri. Un momento, prima delle festività natalizie, per brindare tutti assieme e ritrovarsi per il classico scambio degli auguri. Un appuntamento tradizionale che la presidenza e la direzione del Mercato organizzano con molto piacere.
Con l’albero di Natale e il presepe, poi, quest’anno al Mercato il clima natalizio lo si respira ogni giorno. Il presidente Domenico Scarpellini e il consigliere Marco Della Rosa hanno rivolto agli operatori i migliori auguri di buone feste e la mattinata si è chiusa con un dolce buffet e un caldo bicchiere di vin brulè.

Auguri a tutti, buon Natale e felice anno nuovo!

NATALE:SEMPRE PIU’ CONFORTEVOLE ED ATTRAENTE IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI CESENA

 

Accensione dell’albero di Natale al Mercato ortofrutticolo di Cesena. Giovedì 7 dicembre presso la struttura di Pievesestina si è tenuto un momento conviviale alla presenza del presidente Domenico Scarpellini, del consigliere Marco Dalla Rosa e del sindaco Paolo Lucchi. Gli operatori del mercato hanno organizzato l’albero, costruito con i bancali in legno. In cima, la tradizionale stella e ai lati dell’albero il presepe costruito dentro le cassette della frutta.”Un momento di collaborazione da parte di tutti gli operatori del Mercato – afferma Scarpellini – come segno positivo per fare del Mercato un luogo sempre più attraente e confortevole durante queste festività e anche nell’anno nuovo quando le luci saranno spente ma la collaborazione continuerà sempre. Nonostante i problemi legati al clima, con gelate e siccità, il Mercato si appresta a chiudere l’anno con una conferma dei quintali di ortofrutta commercializzata, attorno al milione. ” Un servizio sull’evento sarà trasmesso da Teleromagna (Canale 14) martedì 12 dicembre alle 19.45, mercoledì 13 dicembre alle 9,15 e giovedì 14 dicembre alle 16,45.

 

visita studenti

STUDENTI UNIVERSITARI IN VISITA AL MERCATO

Il Mercato ortofrutticolo di Cesena apre ancora una volta le proprie porte al mondo universitario. Nei giorni scorsi, infatti, gli studenti del terzo anno del Corso di laurea in Tecnologie Alimentari con sede a Cesena hanno fatto visita alla struttura di Pievesestina.

Guidati dal professor Paolo Bertolini del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Bologna, i futuri specialisti in campo alimentare hanno passato in rassegna gli stand del Mercato concentrandosi sui vari passaggi della filiera del fresco. In particolare gli studenti avevano l’obiettivo di approfondire il post raccolta.


Da 35 anni il professor Bertolini sceglie il Mercato ortofrutticolo di Cesena per le sue visite didattiche perché ottimo esempio di come viene conferita, lavorata e commercializzata la frutta e la verdura.


Gli studenti, una quarantina in tutto, sono stati accolti dalla presidenza e dalla direzione del Mercato ortofrutticolo. “Non poteva mancare un passaggio sulla formazione dei prezzi dei prodotti venduti all’ingrosso e sulle contrattazioni – spiega il presidente Domenico Scarpellini – che sono il cuore di questo luogo. Ai giovani ho fatto notare che, oltre ai grossisti, anche i produttori possono venire a vendere la loro ortofrutta nel nostro mercato: è anche grazie a loro che la nostra offerta è all’insegna della freschezza e della tipicità, con tanto prodotto locale venduto a poche ore dalla raccolta. Gli agricoltori, poi, in genere trovano soddisfazioni dalla vendita dei loro prodotti qui al Mercato, spuntando quotazioni migliori rispetto ad altri canali. Voglio ringraziare il professor Bertolini e i ragazzi che ci hanno fatto visita – conclude Scarpellini – perché è importante spiegare alle giovani generazioni il ruolo e il funzionamento dei mercati all’ingrosso, un tassello fondamentale nella distribuzione alimentare e ortofrutticola”.

Rosetti Frutta Ravenna

L’ANGOLO DEL MERCATO DI ROSETTI FRUTTA

La Rosetti Frutta ha due punti vendita a Ravenna: in via IV Novembre 47 e nella frazione di Lido Adriano, in viale Virgilio 170. Il negozio della città è gestito da Claudio Rosetti con la moglie Caterina, mentre la figlia Chiara si occupa del punto vendita di Lido Adriano.


“I nostri negozi sono frequentati da molti turisti – spiegano – e ci piace poter offrire loro frutta e verdura del territorio, identificata da L’Angolo del Mercato e accompagnata da tante informazioni utili per il consumatore. Al Mercato ortofrutticolo di Cesena troviamo prodotti all’insegna della freschezza e della tipicità, che i nostri clienti apprezzano e ci richiedono”.

Malva Discount Cervia

L’ANGOLO DEL MERCATO DI MALVA DISCOUNT

Tanto spazio per frutta e verdura e quella locale contraddistinta da “L’Angolo del Mercato”. Al Malva Discount di Cervia (via Levico, 3) Marco Venturi e Alida – che quotidianamente si riforniscono al Mercato ortofrutticolo di Cesena – sono molto soddisfatti del corner dedicato ai prodotti locali.

“L’Angolo del Mercato – ci dicono – ha molto successo. I clienti lo cercano sapendo di poter trovare i migliori prodotti di stagione e del territorio. Freschezza e tipicità sono per noi caratteristiche imprescindibili della merce che vendiamo e amiamo affiancare i nostri clienti nella scelta della spesa quotidiana dando loro informazioni aggiuntive, che siano nutrizionali o legate alla stagionalità. Mangiare frutta e verdura è importante per la salute e, nel nostro piccolo, cerchiamo di promuovere quella del territorio”.

L’ANGOLO DEL MERCATO DELL’ECONOMY

L’Angolo del Mercato trova spazio anche nei supermercati. E’ il caso dell’Economy, con i suoi due punti vendita di Cesena: uno in via Giordano Bruno 220 e il secondo in via Romea 1100. Nel reparto ortofrutta, gestito dalla responsabile Romina, trova spazio il corner dedicato ai prodotti del territorio, all’insegna come sempre della freschezza e della tipicità. Ogni mattina Claudia e Alessandro si recano al Mercato ortofrutticolo di Cesena per gli acquisti quotidiani, poi la merce viene valorizzata all’Economy, che fa del reparto ortofrutta un suo biglietto da visita.

Il reparto è curato nei dettagli e anche la scelta di adottare “L’Angolo del Mercato” è segno di grande interesse verso l’ortofrutta e le produzioni locali.


“I clienti sono interessati all’acquisto di frutta e verdura del territorio – ci conferma Romina – la territorialità è un elemento importante nella scelta d’acquisto. La Romagna e il Cesenate, poi, sono conosciuti per le loro produzioni di qualità. Siamo soddisfatti e orgogliosi di poter ospitare nei nostri supermercati L’Angolo del Mercato”.

Angolo del Mercato Cesena

L’ANGOLO DEL MERCATO DI CASADEI EMANUELA

Nel centro storico di Cesena c’è il negozio di ortofrutta di Emanuela Casadei. Conosciuta per essere stata diverso tempo all’interno del Foro Annonario – il vecchio mercato coperto della città malatestiana – oggi il punto vendita di Emanuela Casadei è in piazza Aguselli 35. Questo negozio è un riferimento per tanti affezionati clienti, tra cui le massaie del centro, che qui si recano per acquistare frutta e verdura fresca, di assoluta qualità. Emanuela Casadei, poi, ci mette del suo: dalla selezione dei prodotti ai consigli sul loro consumo, dalle ricette alla tabella della stagionalità, coccola i suoi clienti fornendo loro tante idee e informazioni.

In linea con gli obiettivi de “L’Angolo del Mercato”, tanto che il corner dedicato ai prodotti ortofrutticoli locali e di stagione non poteva mancare nel negozio del centro di Cesena. Lorella Mazzoni tutti i giorni va al Mercato ortofrutticolo di Cesena per scegliere l’ortofrutta da vendere in negozio e parte di questa viene valorizzata all’interno de “L’Angolo del Mercato”.

L’ANGOLO DEL MERCATO DA NARDIELLO MARIA

Tre negozi a Forlì. Tre donne al timone. Maria Nardiello e le figlie Isabella e Annalisa gestiscono rispettivamente i punti vendita di via Decio Raggi 140, via Angeloni 5 e via Cecere 31. Insomma, fruttivendoli per passione e per tradizione di famiglia. Con una storia così le attività di Maria Nardiello non potevano che rifornirsi al Mercato ortofrutticolo di Cesena, offrendo ai clienti forlivesi – anche durante tutta l’estate – l’ortofrutta contraddistinta dalla freschezza e tipicità che solo una rete locale può garantire.

Mercato ortofrutticolo Cesena
Nei negozi di Maria Nardiello è stato allestito “L’Angolo del Mercato”. “Ogni mattina acquisto al Mercato i prodotti freschissimi e conosco personalmente i produttori – ci spiega Isabella – una volta portata la merce nel punto vendita ci piace poterla contraddistinguere con la cartellonistica del Mercato ortofrutticolo di Cesena e poter dare ai nostri clienti informazioni sulle proprietà nutritive dell’ortofrutta, oltre che una garanzia di freschezza e tipicità”.

Angolo del Mercato Matteini Forlimpopoli

L’ANGOLO DEL MERCATO DI MATTEINI

Con “L’Angolo del Mercato” i produttori agricoli del territorio, i fruttivendoli e il Mercato ortofrutticolo di Cesena offrono al consumatore il meglio delle produzioni ortofrutticole locali.
Oggi siamo nel punto vendita di Matteini Mauro a Forlimpopoli (via Circonvallazione, 5) dove il titolare gestisce il negozio con la moglie e il figlio Maicol. I Matteini sono clienti storici del Mercato ortofrutticolo di Cesena e Mauro ogni giorno viene nella struttura mercatale di Pievesestina per scegliere di persona i migliori prodotti da vendere.


“L’Angolo del Mercato è una bella iniziativa a cui noi aderiamo da tempo – ci racconta – anche per noi è una soddisfazione poter valorizzare la frutta e la verdura dell’agricoltura del territorio. Quest’anno c’è tanta merce, la frutta estiva non manca, e non c’è bisogno di affrettarsi per trovare ottimi prodotti”.

Angolo del Mercato Matteini Forlimpopoli

PESCHE E NETTARINE IN SPIAGGIA

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena è sempre impegnato per diffondere la cultura di un corretto stile di vita e di una sana alimentazione. Per vivere in salute l’attività fisica è sicuramente una buona abitudine e dopo una bella sudata cosa c’è di meglio che ristorarsi con la frutta del territorio?

Durante l’estate abbiamo deciso di supportare una bella iniziativa che si tiene in Riviera: il torneo di racchettoni Racchettonespettacolo, che si sta disputando in vari bagni di Cesenatico.

Abbiamo portato in spiaggia la frutta estiva del nostro territorio, come le pesche e le nettarine.

CILIEGIE DA SPIAGGIA PER ACCOGLIERE L’ESTATE

Distesi nel lettino a farsi arrostire dal sole, oppure a passeggio sul bagnasciuga ricoperti di crema protettiva, affinché la tintarella non si trasformi in bruciatura. Niente appare più desiderabile di un po’ di frutta fresca​,​ pronta da gustare.

Protagoniste golose e fugaci del momento, le Corniole di Cesena sono il frutto ideale da consumare sotto l’ombrellone, specialmente per chi ha cura della propria pelle e per chi soffre di diabete. Le ciliegie Corniole, rinomate per la loro croccantezza e per la caratteristica forma allungata, si annoverano tra le varietà più tardive e più dolci, per questo sono la perfetta merenda della salute in spiaggia.

Grazie al loro contenuto di flavonoidi, associati alla presenza di vitamine A e C, stimolano l’organismo a produrre collagene, proteina capace di ristrutturare la pelle e di restituirle elasticità. A riprova dei benefici che il frutto apporta ai tessuti del corpo, la sua polpa viene spesso impiegata per la preparazione di maschere di bellezza dall’azione astringente e rinfrescante.

Le ciliegie, in particolare le succulente Corniole romagnole, sono una leccornia concessa anche a chi deve abitualmente resistere alle dolci tentazioni: lo zucchero che le costituisce, il levulosio, non presenta particolari controindicazioni per le persone affette da diabete, poiché non innalza la glicemia oltre la soglia di tolleranza.

Per non parlare delle proprietà antiossidanti, disintossicanti e diuretiche di questo frutto appetitoso, indicato specialmente per combattere la stipsi e abbastanza ricco di melatonina da favorire sonni beati.

CONSIGLI PER UNA SANA TINTARELLA

Il Mercato ortofrutticolo di Cesena ha sostenuto “Good Sun Good Skin”, l’iniziativa di prevenzione del melanoma e dei tumori della pelle realizzata dall’Istituto Oncologico Romagnolo in collaborazione con la Skin Cancer Unit dell’Irst Irccs di Meldola. Tale iniziativa giovedì 29 giugno ha fatto tappa a Cesenatico. Nella prima parte della mattinata i bagnanti hanno potuto ascoltare le raccomandazioni della dottoressa Magi, che ha fornito indicazioni utili su una corretta esposizione solare: contestualmente sono stati distribuiti strumenti informativi per fornire linee guida alle persone, dai depliant realizzati ad hoc fino alla donazione ai bambini presenti di braccialetti fotosensibili per riconoscere le ore della giornata in cui è meglio restare sotto l’ombrellone. I più piccoli sono stati anche coinvolti attraverso un percorso ludico, denominato Acca2Ior: un gioco pensato appositamente per i giovani, di modo da sensibilizzarli anche sull’importanza di una corretta alimentazione, ricca di frutta e verdura.

Presente anche il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli. “Ringrazio IOR per aver scelto Cesenatico come luogo di questa importante iniziativa di informazione e soprattutto di prevenzione. La nostra città, la nostra spiaggia e in generale tutte le spiagge della Riviera Romagnola sono luogo ideale per bambini e famiglie. Alla qualità dei servizi offerti dagli stabilimenti balneari e dagli albergatori occorre affiancare una conoscenza reale delle corrette modalità per l’esposizione al sole dei bambini e soprattutto è importante promuovere momenti formativi sin dalla tenera età. Cesenatico ha recentemente ottenuto la Bandiera Verde, un riconoscimento assegnato dai pediatri d’Italia per segnalare le spiagge a misura di bambino. Iniziativa come questa si inseriscono nel solco di migliorare sempre più la vivibilità e i servizi offerti ai turisti e alle famiglie che scelgono Cesenatico come meta delle proprie vacanze.”.

L’iniziativa, che ha ricevuto il patrocinio di tutti i Comuni coinvolti, viene organizzata grazie anche al contributo di imprese come BioNike, Romagna Acque, Apofruit e Mercato Ortofrutticolo di Cesena. Il Presidente del Mercato Ortofrutticolo di Cesena, Domenico Scarpellini, ha preso la parola subito dopo il sindaco. “Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena, insieme ad altri sponsor, ha ritenuto opportuno partecipare a ‘Good Sun Good Skin’ dello Ior contro il melanoma e i tumori della pelle per sensibilizzare ed informare i nostri giovani a corretti comportamenti di vita. Il consumo di frutta e verdura è un elemento fondamentale per contrastare, sia in età adulta che in età infantile, non solo stati di sovrappeso e obesità, ma anche le neoplasie: questo consente di ottenere risultati sociali rilevanti in termini di salute pubblica e di contenimento dei costi sanitari”.

Per leggere i consigli per una sana tintarella, potete scaricare il deplinat di Good Sun, Good Skin cliccando qui

IL MERCATO A FIANCO DELLO IOR

Prosegue “Good Sun Good Skin”, l’iniziativa dell’Istituto Oncologico Romagnolo realizzata in collaborazione con la Skin Cancer Unit dell’Irst Irccs di Meldola contro il melanoma. La prima parte dell’attività ha visto le biologhe dell’Istituto Oncologico Romagnolo, le dottoresse Claudia Monti e Franca Gentilini, impegnate nelle scuole secondarie della Romagna assieme alla squadra del professor Ignazio Stanganelli, tra i massimi esperti internazionali di tumore alla pelle: l’obiettivo era quello di sensibilizzare i nostri giovani su una corretta esposizione solare in vista dell’estate. Sono stati coinvolti gli studenti di quattro scuole della Romagna: la R. Bendandi di Faenza, la M. Montanari di Ravenna, la A. Frank di Cesena e la P. Zangheri a Forlì, per un totale di circa 430 ragazzi formati.

L’iniziativa non si è esaurita qui ma sta vivendo una seconda parte, che vede i professionisti della prevenzione dell’Istituto Oncologico Romagnolo e dell’Irst Irccs impegnati in un tour delle spiagge della nostra Riviera. Giovedì, in particolare, “Good Sun Good Skin” arriverà a Cesenatico, più precisamente al Bagno Romeo, con inizio dalle 9.30. L’obiettivo principale è la sensibilizzazione dei bagnanti, tutti invitati a partecipare, per fornire loro indicazioni pratiche su come valutare e riconoscere i rischi derivanti da un’esposizione errata al sole e su come adottare tutte le precauzioni possibili. A tale scopo verranno distribuiti strumenti informativi per fornire linee guida alle persone, dai depliant realizzati ad hoc fino alla donazione ai bambini presenti di braccialetti fotosensibili per riconoscere le ore della giornata in cui è meglio restare sotto l’ombrellone. I più piccoli verranno anche coinvolti attraverso un percorso ludico, denominato Acca2Ior: un gioco pensato appositamente per i giovani, di modo da sensibilizzarli anche sull’importanza di una corretta alimentazione.

Per l’occasione sarà presente anche il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli. “Ringrazio l’Istituto Oncologico Romagnola per aver scelto Cesenatico come luogo di questa importante iniziativa di informazione e soprattutto di prevenzione. La nostra città, la nostra spiaggia e in generale tutte le spiagge della Riviera Romagnola sono luogo ideale per bambini e famiglie. Alla qualità dei servizi offerti dagli stabilimenti balneari e dagli albergatori occorre affiancare una conoscenza reale delle corrette modalità per l’esposizione al sole dei bambini e soprattutto è importante promuovere momenti formativi sin dalla tenera età. Cesenatico ha recentemente ottenuto la Bandiera Verde, un riconoscimento assegnato dai pediatri d’Italia per segnalare le spiagge a misura di bambino. Iniziativa come questa si inseriscono nel solco di migliorare sempre più la vivibilità e i servizi offerti ai turisti e alle famiglie che scelgono Cesenatico come meta delle proprie vacanze”.

L’iniziativa, che ha ricevuto il patrocinio di tutti i Comuni coinvolti, sarà organizzata grazie anche al contributo di imprese come BioNike, Romagna Acque, Apofruit e Mercato Ortofrutticolo di Cesena. Il presidente del Mercato Ortofrutticolo di Cesena, Domenico Scarpellini, ha spiegato i motivi dell’importanza di sostenere questo genere di iniziative. “Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena, unitamente ad altri sponsor, ha ritenuto opportuno partecipare a ‘Good Sun Good Skin’ dello IOR contro il melanoma e i tumori della pelle per sensibilizzare ed informare i nostri giovani a corretti comportamenti di vita. Il consumo di frutta e verdura è un elemento fondamentale per contrastare, sia in età adulta che in età infantile, non solo stati di sovrappeso e obesità, ma anche le neoplasie: questo consente di ottenere risultati sociali rilevanti in termini di salute pubblica e di contenimento dei costi sanitari”.

Lady Leaf Snack

NOVITA’ PRESENTATA AL MERCATO

Questa mattina al Mercato Ortofrutticolo abbiamo ospitato la presentazione di un nuovo prodotto della Società agricola Fornari di Asola (Mantova): Lady Leaf Snack. Si tratta di un prodotto di quarta gamma, pronto al consumo: croccanti filetti di indivia scarola e riccia abbinati a frutta secca e dressage originali.

Lady Leaf Snack è un finger food presentato in un packaging originale. In queste settimane è al centro di un tour di presentazione nei vari mercati all’ingrosso d’Italia e questo tour ha fatto tappa anche a Cesena.

DALLA MOLDAVIA IN VISITA AL MERCATO

Il Mercato ortofrutticolo di Cesena continua ad essere al centro di visite internazionali. Mercoledì scorso un gruppo di agricoltori moldavi, da una settimana in tour nel nostro Paese per studiare il packaging dei prodotti ortofrutticoli e la filiera dell’albicocco in particolare, è stato ospitato nella struttura mercatale di Pievesestina, mentre nel pomeriggio ha visitato i magazzini di Gobbi Frutta.

Accompagnati dal responsabile del Mercato, Matteo Magnani, gli imprenditori agricoli moldavi hanno osservato il funzionamento della struttura, con particolare riguardo ai produttori agricoli presenti e alla frutta di stagione e locale, come albicocche e ciliegie, commercializzata in questo periodo. Hanno poi approfondito i temi della logistica interna e della promozione dei prodotti locali.

Proprio di questo hanno parlato con il presidente Domenico Scarpellini, con cui si sono intrattenuti al termine della visita al Mercato ortofrutticolo. Gli imprenditori agricoli moldavi, accompagnati anche da un docente universitario, conoscevano già Scarpellini e il suo impegno per la valorizzazione della filiera ortofrutticola, avendo avuto modo di apprezzarlo durante le passate edizioni del Macfrut, quando Scarpellini guidava Cesena Fiera.

“Gli imprenditori agricoli moldavi hanno apprezzato l’organizzazione della nostra struttura – spiega Scarpellini – Il Mercato di Cesena è una struttura moderna e funzionale, con aspetti all’avanguardia. Tutte caratteristiche che ai visitatori piacerebbe mutuare nel loro Paese. La nostra piattaforma commerciale e la modalità di conferimento dei produttori sono stati tra gli aspetti che li hanno maggiormente colpiti. Ci fa piacere ricevere visite come queste – conclude il presidente – e allacciare nuovi rapporti e relazioni che potrebbero sfociare in future occasioni commerciali”.

WELLNESS WEEK AL MERCATO

Anche quest’anno il Mercato ortofrutticolo di Cesena ha aderito alla Wellness Week, la settimana del benessere romagnola, promuovendo il “Frutta Party 2”. Questa mattina i ragazzi delle 3 A-B e C della scuola primaria Bruno Munari di Sant’Egidio di Cesena si sono recati in visita nella struttura mercatale di Pievesestina per un momento tutto dedicato alla sana alimentazione. Accompagnati dagli insegnanti e dai genitori, gli alunni – attraverso simpatici giochi e laboratori proposti dallo staff di Alimos – hanno toccato con mano cosa voglia dire freschezza e tipicità, capendo l’importanza di consumare frutta e verdura di stagione e del territorio.

Frutta party wellness week

“I laboratori didattici proposti sono stati coinvolgenti e particolarmente seguiti – spiega Domenico Scarpellini, presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena – e le classi hanno realizzato dei poster con cui trasmettere i principi della sana alimentazione, attraverso il consumo di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Principi che noi del Mercato ci teniamo a diffondere tra le giovani generazioni, i consumatori di domani, e che ogni giorno, nel nostro lavoro, decliniamo in una proposta che ha le sue basi proprio nella freschezza e nella tipicità dell’ortofrutta che viene commercializzata al Mercato. E’ un vero piacere poter contribuire alla Wellness Week e ospitare gli alunni delle scuole nella nostra struttura, facendogliela conoscere da vicino”.

Frutta party wellness week

Durante la mattinata i ragazzi hanno gustato una sana merenda, con una fresca macedonia e spiedini di frutta. A tutti gli alunni che hanno partecipato, inoltre, il Mercato ha consegnato un kit con una tovaglietta da colazione e materiale informativo in cui si sottolinea l’importanza di un consumo quotidiano di ortofrutta.

LA VISITA DEL MINISTRO BOSNIACO

La Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina ha allacciato rapporti di collaborazione con il Mercato ortofrutticolo di Cesena. Martedì 23 maggio il ministro all’agricoltura Stevo Mirjanic, alle 6,30 del mattino, ha iniziato una visita accompagnato da una delegazione composta da Gordana Rokvic (consigliere), Vladislav Trifkovic (capo politiche agricole), alcuni rappresentanti della Camera di commercio italo-bosniaca. A fare da guida Domenico Scarpellini, presidente del Mercato, il coordinatore Matteo Magnani, il consigliere Marco Dalla Rosa, il sindaco di Cesena Paolo Lucchi.

“Sono favorevolmente colpito dalla vostra struttura – ha detto al termine della visita il ministro Mirjanic – e soprattutto dalla vostra organizzazione. Avete un Mercato di medie dimensioni, ma attento alla qualità dei prodotti, alle produzioni locali, alla salubrità, alla gestione di tutti i passaggi commerciali. Ecco, anche nella nostra Repubblica serve una struttura del genere. Vi chiedo espressamente un confronto e ciò potrebbe significare l’inizio di un proficuo scambio commerciale”.

Scarpellini durante la visita ha mostrato al ministro l’area dedicata agli agricoltori che vendono direttamente. “Abbiamo aumentato, proprio di recente, il numero dei posteggi allo scopo di soddisfare più richieste e di aprire le porte ai giovani agricoltori”, ha affermato il presidente. “La Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina e Cesena non sono così lontane, le divide solo un braccio di mare. Credo che i nostri operatori possano interagire con i vostri al fine di realizzare scambi di ortofrutta. E per tutto quello che può servirvi per costruire il Mercato, per le celle di refrigerazione, per le macchine selezionatrici per le aziende, sappiate che la Romagna è il polo italiano con maggior concentrazione di queste tecnologie”.

Scarpellini inoltre ha invitato il ministro e la sua delegazione a partecipare al Macfrut 2018, così da poter incontrare di persona le imprese.
Il sindaco Paolo Lucchi ha sottolineato che la città di Cesena è disponibile a collaborare per qualsiasi momento di visite e per fare da anello di congiunzione fra i territori.

La Repubblica Srpska di Bosnia Erzegovina è l’entità serba della Bosnia Erzegovina, riconosciuta ufficialmente dagli accordi di Dayton del 1995.

Studenti tedeschi in visita al Mercato

Mercoledì 24 maggio il Mercato ortofrutticolo di Cesena ha ospitato un gruppo di studenti tedeschi che ha visitato la struttura mercatale di Pievesestina. Accompagnati dallo staff del Mercato, i giovani tedeschi hanno potuto vivere in prima persona l’attività di un mercato all’ingrosso.

Grande attenzione per i prodotti locali e di stagione, per la logistica interna alla struttura, l’approvigionamento e la commercializzazione degli ortofrutticoli.

frutta Party 2

 
 

Mercato Ortofrutticolo di Cesena e la Wellness Weeek presentano:

FRUTTA PARTY 2

Una nuova Apertura del Mercato Ortofrutticolo di Cesena ai bambini delle scuole primarie della città e alle loro famiglie, in particolar modo agli alunni della classe 3^ del 5° Circolo “Sant’Egidio”, per far conoscere loro e apprezzare la freschezza, tipicità e salubrità della frutta fresca.

Il Frutta Party sarà animato dai professionisti della Soc. Coop. Alimos, che metteranno a punto laboratori e giochi nei quali verranno coinvolti i bambini che visiteranno il mercato.
L’evento intende proporre sotto forma di gioco, in modo divertente e adatto ai bambini, il tema della sana e corretta alimentazione abbinato al movimento.
Oltre alle attività di animazione previste (degustazione e laboratorio per i bambini), verrà allestita un’area dove i bambini e le famiglie potranno assaporare deliziosi spiedini di frutta e macedonia di frutta fresca.

DOMENICO SCARPELLINI

SCARPELLINI CONFERMATO ALLA GUIDA DEL MERCATO

Bilancio 2016 con 26mila euro di utile, 300mila euro di investimenti, Domenico Scarpellini riconfermato presidente del For (Filiera ortofrutticola romagnola). Questi alcuni degli aspetti emersi dall’assemblea di bilancio dei giorni scorsi del Mercato ortofrutticolo di Cesena. Scarpellini ha accettato di proseguire il mandato anche alla luce degli investimenti portati a termine e specialmente dei progetti in programma, volti a rafforzare la presenza del Mercato a livello regionale e come opportunità anche per i compratori delle regioni vicine.

Negli ultimi mesi sono stati terminati alcuni investimenti importanti per il miglioramento della struttura: la nuova viabilità, le rampe di carico, l’informatizzazione di alcuni processi, le iniziative per raggiungere i consumatori con i valori della freschezza e della tipicità. Molto apprezzati i convegni di aggiornamento tecnico ed economico. Gli ultimi organizzati hanno registrato sempre alta affluenza.

“Il Mercato è luogo di offerta di frutta e verdura a tutto tondo – spiega Scarpellini – in quanto il consumatore finale vuole avere prodotti nazionali ed esotici in ogni stagione. Noi però stiamo cercando di educare anche alla stagionalità tramite la valorizzazione delle produzioni romagnole. Si parte dagli imballaggi con il logo del Mercato per giungere al progetto Freschezza e Tipicità rivolto ai dettaglianti, così da raggiungere capillarmente i consumatori. Tutto parte dalla valorizzazione dei produttori locali che sono la vera risorsa di un territorio a vocazione agricola come il nostro”.

Nel 2016 le quantità commercializzate hanno superato il milione di quintali e il fatturato del Mercato è aumentato del 6%. Anche se negli ultimi decenni la Grande distribuzione organizzata (Gdo) ha preso più spazio, il sistema italiano dei Mercati all’ingrosso commercializza circa 9 milioni di tonnellate di ortofrutta all’anno, distribuendo oltre il 40% della produzione ortofrutticola nazionale destinata al consumo fresco, contribuendo per il 15-20% all’export ortofrutticolo ed intercettando oltre il 30% delle importazioni sul loro totale di 28-29 miliardi annui di fatturato.

Incontro etichettatura agencontrol

INCONTRO SULLA CORRETTA ETICHETTATURA

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena ha ospitato il 6 aprile un seminario dedicato ai controlli e alle etichettature. Un incontro partecipato, quello tenuto da Roberto Luchetti di Agecontrol, a cui hanno partecipato numerosi grossisti e operatori ortofrutticoli.

Come ha riportato il portale specializzato Freshplaza (clicca qui per leggere l’articolo), dopo l’introduzione di Matteo Magnani della direzione del Mercato, l’esperto ha spiegato il funzionamento della Banca dati nazionale operatori ortofrutticoli (Bdnoo), con le relative sanzioni e le regole da rispettare.

“Non vale la pena rischiare sanzioni per quattro sciocchezze” ha rassicurato Luchetti. “Tutti gli operatori ortofrutticoli devono essere iscritti alla Banca dati, anche gli esteri, compresi gli operatori agricoli non associati in Op con almeno 60mila euro di fatturato. Sono esentati gli agricoltori che conferiscono a impianti di trasformazione o stabilimenti di lavorazione. Chiunque commercializza ortofrutta senza essere iscritto alla Banca dati, può essere soggetto a una sanzione fino a 1500 euro”.

FRAGOLE, GLI OPERATORI SONO OTTIMISTI

In questo primo scorcio di primavera la voglia di fragole cresce giorno dopo giorno tra i consumatori. E, in attesa del prodotto locale, al Mercato ortofrutticolo di Cesena il frutto viene commercializzato con vivacità.

A confermarlo sono i grossisti della struttura romagnola, che in questo periodo stanno lavorando con forniture dal Sud Italia, in particolare Basilicata, Sicilia e Campania.

“Sulla fragola ci sono buone prospettive – afferma Alvaro Gobbi della Gobbi Frutta – bisogna essere ottimisti, verso Pasqua solitamente i consumi si alzano, e poi arriverà il prodotto di Cesena che è sempre molto apprezzato. Finora abbiamo visto una situazione di mercato calma, ultimamente i prezzi si sono abbassati un po’ troppo, 1,70-2 euro il chilo sono pochi. Credo che con l’arrivo del caldo ci si possa posizionare sui 3 euro, un valore consono per remunerare il produttore”.

“La fragola che va per la maggiore è la Candonga – aggiunge Maurizio Mantengoli di Nema Fruit – dopo settimane con produzioni scarse, il caldo nel Sud Italia ha fatto maturare velocemente molte fragole, il mercato si è quindi trovato a dover gestire volumi importanti e i prezzi si sono abbassati. Ma già da venerdì le cose si stanno stabilizzando. I consumi? Direi in linea con il periodo”.

“Per le fragole si prospetta una buona annata – sottolinea Miro Casadei della Biondi Giulio – Il bello viene adesso, con il caldo si accelerano i consumi. Nell’ultima settimana abbiamo avuto una situazione anomala: caldo al Sud, con la produzione che decollava, freddo al Nord con i consumi frenati. Ora ci prepariamo alla Pasqua, dove solitamente le vendite di fragole accelerano”.

Stando ai dati rilevati dal Mercato ortofrutticolo di Cesena, nel mese di marzo i prezzi delle fragole hanno registrato oscillazioni con punte di 5 euro il chilo, per poi stabilizzarsi in chiusura di mese su valori inferiori.

domenico scarpellini

“Per tutto il mese di febbraio le quotazioni sono state importanti, con una domanda di fragole superiore all’offerta, condizionata dal clima rigido – analizza Domenico Scarpellini, presidente del Mercato – I consumatori dimostrano di prestare molta attenzione alla qualità e il prodotto premium ha ottenuto ottimi riscontri. Con l’arrivo della produzione primaverile i prezzi delle fragole si sono naturalmente abbassati. Nelle prossime settimane – conclude Scarpellini – avremo i primi volumi di fragole cesenati, un prodotto simbolo del nostro territorio, testimoni della freschezza e della tipicità che ogni giorno al Mercato ortofrutticolo di Cesena promuoviamo con impegno e passione”.

SEMINARIO DI AGECONTROL SU ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHI

Giovedì 06 Aprile alle 17 il Mercato ortofrutticolo di Cesena e Agecontrol propongono l’incontro : “Corretta etichettatura dei Prodotti Ortofrutticoli freschi e Conformità alle norme di commercializzazione”.

L’appuntamento si terrà nella nostra sala riunioni ed è aperto a tutti gli operatori ortofrutticoli, del Mercato ed esterni alla struttura. Presenterà l’argomento Roberto Luchetti di Agecontrol che approfondirà i temi secondo gli ultimi aggiornamenti ed i Regolamenti Ue. Al termine della presentazione si sarà un confronto aperto con tutti i partecipanti.

“Il Mercato di Cesena da tempo condivide l’esigenza di garantire a tutti gli operatori un’informazione aggiornata, corretta e puntuale – sottolinea Domenico Scarpellini, Presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena – la quale consenta un aggiornamento tecnico specifico del settore. Nell’ottica di proseguire questo impegno abbiamo organizzato l’incontro con Professionisti del settore disponibili alla collaborazione e formazione degli operatori”.

Per informazioni: 0547/313393

INCONTRO TECNICO DEDICATO A SUSINO E ALBICOCCO

Lunedì 13 marzo alle 17 il Mercato ortofrutticolo di Cesena e il Centro ricerche produzioni vegetali (Crpv) propongono l’incontro tecnico: “Albicocco e Susino”.

L’appuntamento si terrà nella nostra sala riunioni ed è aperto a tutti gli operatori ortofrutticoli, del Mercato e non. Con il coordinamento di Matteo Magnani, presenterà l’argomento Stefano Foschi del Crpv di Cesena che approfondirà le caratteristiche agronomiche e organolettiche delle nuove cultivar di albicocco e susino. Al termine della presentazione si sarà un confronto aperto con tutti i partecipanti.

“Il Mercato di Cesena da tempo condivide l’esigenza di garantire a tutti gli operatori un’informazione corretta e puntuale – sottolinea Domenico Scarpellini, presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena – la quale consenta un aggiornamento tecnico specifico del settore. Nell’ottica di proseguire questo impegno abbiamo organizzato l’incontro tecnico dedicato all’albicocco e al susino”.

Per informazioni: 0547/313393

SEMINARIO SULLA DIFESA DELLE COLTURE BIO

Venerdì 3 marzo alle 10.30, nella sala riunioni del Mercato ortofrutticolo di Cesena, è in programma un seminario di aggiornamento sulla difesa delle colture in coltivazione biologica. L’incontro è promosso da Dow AgroSciences.

Interverranno in veste di relatori: Guido Maffioli di Alphabiocontrol su “Flipper, insetticida per insetti pungenti succhiatori, afidi ed acari”, Aride Poletti di Dow AgroSciences su “Spintor Fly, insetticida a base di spinosad per il controllo della mosca della frutta, dell’olivo e delle ciliegie” e Pablo Chittolini di Casotti parlerà delle “Moderne attrezzature di distribuzione del prodotto Spintor Fly”.

FRAGOLA, FRUTTO STRATEGICO PER IL CESENATE

Prolungare la stagione delle fragole, spingere sull’innovazione varietale e puntare su sapore e qualità del frutto. Sono questi gli spunti emersi durante l’incontro “Fragola in coltura protetta e pieno campo: innovazioni tecniche”, promosso nei giorni scorsi dal Mercato Ortofrutticolo di Cesena in collaborazione con il Crpv e il Crea, a cui hanno partecipato numerosi operatori ortofrutticoli.

“Questo testimonia l’interesse per la fragola e per gli appuntamenti formativi promossi dal Mercato – sottolinea il presidente Domenico Scarpellini – Cesena per tanti anni è stata la capitale della fragola, una coltura che ha rappresentato un’importante fonte di reddito per i produttori. Poi qualche cosa è cambiato e ora la Romagna rischia di segnare il passo: come hanno ricordato i ricercatori del Crea, oggi sono circa 120 gli ettari dedicati alla fragola, mentre quindici anni fa erano circa mille. Tuttavia – rimarca Scarpellini – attraverso l’innovazione e la proposta di un prodotto locale, che sul mercato porti i valori di freschezza, tipicità e gusto, la fragola potrà riservare ancora soddisfazioni agli agricoltori”.

Incontro Fragola

E se si punta sulla qualità, individuando la giusta varietà, anche i consumatori premieranno gli sforzi del mondo produttivo. “Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena – aggiunge il coordinatore della struttura, Matteo Magnani – condivide l’obiettivo di aiutare i fragolicoltori per ottenere un prodotto di alta qualità. La richiesta di fragola è sempre alta nella nostra struttura, con circa 10.000 quintali trattati nel 2016 pari al 2.7% di tutta la frutta fresca commercializzata, una percentuale raddoppiata rispetto al 2015”.

Gianluca Baruzzi, dell’Unità di ricerca per la Frutticoltura del Crea di Forlì, ha spiegato l’importanza di ampliare la finestra produttiva della fragola in Romagna, suggerendo di valutare anche una produzione autunnale, come succede in Veneto. E le sperimentazioni portate avanti stanno dando risultati positivi. Il ricercatore ha messo in evidenza come ci siano troppe varietà coltivate nel nostro territorio, focalizzate più sulla quantità che sulla qualità. Attraverso l’innovazione varietale sarà possibile invertire questo bilanciamento.

“Siamo soddisfatti del riscontro del primo incontro tecnico del 2017 – conclude Domenico Scarpellini – e ne abbiamo già altri in programma su albicocche, susine e sul tema dell’etichettatura. Con questi appuntamenti ci poniamo al servizio degli operatori ortofrutticoli, per condividere con loro novità e strategie di un’ortofrutta moderna, capace di stare al passo coi tempi e di soddisfare le esigenze dei consumatori in termini di gusto e salubrità del prodotto, distribuendo allo stesso tempo un giusto reddito lungo l’intera filiera”.

Food Innova 2017

PRESENTI A FOOD INNOVA 2017

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena è presente a Food Innova 2017, IV International conference on food innovation, organizzata congiuntamente dall’Università di Bologna, da Ser.In.Ar. e da Knowledge management for food innovation (KM4fi – Spagna). Si tratta di un evento di importanza internazionale, i cui precedenti appuntamenti si sono tenuti a Valencia (Spagna) nel 2010, a Hangzhou (Cina) nel 2012 e a Concordia (Argentina) nel 2014.

La manifestazione – la cui sede a Cesena non nasce a caso, ma è diretta conseguenza del fatto che in città è attivo il Campus degli Alimenti, eccellenza in termini di studio e ricerca a livello nazionale e europeo – sarà un’occasione estremamente interessante per scambi scientifici e informativi fra ricercatori internazionali in scienze alimentari, che illustreranno gli ultimi progressi e innovazioni nell’ambito del food.

A causa della crisi economica che interessa gran parte della popolazione mondiale, la ricerca nel campo dell’innovazione alimentare e il suo impatto sulle economie mondiali e sui consumatori, è diventata una questione di cruciale importanza: per questo, con l’obiettivo di favorire il confronto sulla produzione e distribuzione di alimenti che presentino caratteri di sicurezza e sostenibilità, Food Innova 2017 metterà in relazione tutti i settori coinvolti nell’innovazione alimentare: ricercatori, tecnologi, industrie alimentari, operatori sanitari, enti di ricerca, organismi di controllo, consumatori e studenti.

Interverranno all’evento, in quanto registrati sul portale foodinnova.com, circa 250 esperti provenienti da tutto il mondo, i cui abstract sono stati selezionati per presentazione orali durante l’evento o per la realizzazione di poster scientifici.
Gli argomenti che saranno approfonditi durante la Conferenza, i cui chairman saranno il prof. Marco Dalla Rosa (Università di Bologna) e il prof. Pedro Fito Maupoey (Universidad Politecnica de Valencia), riguardano le seguenti tematiche: Tecnologie innovative ed emergenti per la trasformazione degli alimenti (40%); Sostenibilità e riduzione degli scarti alimentari (15%); Approccio food-omico sulla digestione e la nutrizione (4%); Innovazione riguardante la sicurezza, la microbiologia e la legislazione alimentare (16%); Scienza dei materiali e tecnologie di confezionamento (15%); Aggiornamento sullo stato dell’acqua negli alimenti  (1%); Ingegneria alimentare (8%). Le percentuali si riferiscono al numero di abstract pervenuti per ogni singola tematica.

La conferenza sarà anticipata da tre interessanti pre-conference, previste nella giornata del 31 gennaio. La prima, promossa da Centuria Innovazione, avrà come tema “Research in a dish. News recipes for a safe and sustenaible agrifood industry. Emilia Romagna Por Fesr”, con l’obiettivo di presentare i progetti relativi al settore agroalimentare co-finanziati dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del programma Por Fesr 2014/20.

La seconda sarà composta da due momenti: è previsto l’evento “Core Organic Plus Projects dissemination workshop Ecoberries SusOrganics”, durante il quale Core Organics,  organizzazione che gestisce azioni di ricerca in ambito biologico, presenterà i risultati di due progetti europei di ricerca co-finanziati dal ministero delle Politiche agricole (Ecoberries e Sus Organics), entrambi legati alle produzioni frutticole. Seguirà un seminario formativo tenuto da Elsevier, prestigiosa casa editrice in ambito scientifico, rivolto in special modo a un pubblico giovane, finalizzato alla scrittura di articoli di successo in ambito scientifico, con particolare riferimento all’etica della pubblicazione.

Il terzo evento, promosso da Casa Artusi avrà come tema “Gastronomy: tradition and innovation. Practical demonstration and explanation of typical regional food” e punterà tramite dimostrazioni pratiche alla valorizzazione di prodotti tipici del territorio, con la presenza dell’associazione le “Mariette”, del famoso chef Paolo Teverini (vicepresidente dell’associazione Chef to Chef) e della delegazione di Cesena dell’Accademia italiana della cucina.

Per ulteriori informazioni: www.foodinnova.com

fragola fragole

INCONTRO TECNICO SULLA FRAGOLA

Il Mercato Ortofrutticolo di Cesena in collaborazione con i ricercatori del CRPV e CREA organizza per i produttori agricoli, tecnici e operatori ortofrutticoli incontri formativi e aggiornamenti tecnici sui prodotti commercializzati nella struttura Mercatale. All’evento, che si terrà in vi Dismano n 4001, dopo l’introduzione di Daniele Missere del Crpv, sarà la volta di Gianluca Baruzzi, Pierluigi Lucchi e Paolo Sbrighi dell’Unità di ricerca per la frutticoltura del Crea di Forlì che aggiorneranno i presenti in merito alle tecniche colturali e innovazioni. A seguire la discussione e le conclusioni.

Per maggiori informazioni:
Mercato ortofrutticolo di Cesena – Filiera ortofrutticola romagnola – Tel 0547 313393

Scarica la locandina 01_Seminari aggiornamento

GLI AUGURI DEL PRESIDENTE SCARPELLINI

In chiusura d’anno, il presidente Domenico Scarpellini traccia un breve bilancio dei dodici mesi appena trascorsi.
“Voglio rivolgere gli auguri e ringraziare tutti gli operatori, i produttori e gli standisti del Mercato Ortofrutticolo di Cesena, per averci aiutato nel trascorrere questo 2016 in forma sicuramente positiva. Le remunerazioni sono state superiori a quelle dello scorso anno e di fronte a un minimo calo quantitativo, c’è stata più qualità, prezzi più alti e quindi più fatturato. Il 2016 lo consideriamo un anno positivo. Ci auguriamo che il 2017 sia migliore, ma saremmo contenti di poter ripetere un’annata come questa”.

GIOVEDI’ 22 LA FESTA DEGLI AUGURI 2016

Giovedì 22 dicembre a partire dalle 7,30 ci ritroveremo davanti agli uffici della direzione del Mercato ortofrutticolo di Cesena per scambiarci – come da tradizione – gli auguri di Natale.
Vi aspettiamo per un brindisi!

FRESCHEZZA E TIPICITA’ A GARANZIA DEL CONSUMATORE

Stop a frutta e verdura di provenienza sconosciuta: il Mercato ortofrutticolo di Cesena propone ai rivenditori di Cesena e della Romagna la frutta e verdura locale. Una carta in più per scommettere sulla freschezza e la tipicità dei prodotti locali. Sta per partire il progetto “L’angolo della Mercato” che coinvolge la struttura all’ingrosso, i rivenditori e gli agricoltori del territorio. Grazie ad un accordo, per tutta l’estate i punti vendita andranno a valorizzare pesche, nettarine, albicocche, ciliegie, susine e le verdure prodotte dai coltivatori romagnoli.

“Non che si tratti di una forma di autarchia – spiega il presidente Domenico Scarpellini presidente del Mercato -, ma lo scopo è quello di far conoscere ai consumatori quello che è a disposizione a chilometro zero. E’ la nostra la vera filiera corta. Nel giro di poche ore la frutta passa dall’albero al negozio e quindi a casa delle famiglie”.

Nei negozi aderenti dalle prossime settimane vi sarà il materiale informativo cartaceo e i gestori avranno l’accortezza di spiegare nel dettaglio l’evolversi della produzione, consigliando i clienti in base alle loro reali esigenze. Si tratta di una formula di vendita assistita che, nei grandi supermercati, non è possibile praticare per via delle tempistiche e delle quantità in gioco. Nei piccoli negozi, invece, il rapporto umano è ancora fondamentale e con questo ne trae giovamento la qualità.

Poi sarà a disposizione anche un ‘vademecum’ che riporta la successione stagionale di frutta e verdura e le proprietà nutritive di ogni vegetale. Ciò si inserisce nella scia di quanto il Mercato fa da anni, cioè l’educazione alimentare. Durante l’inverno questa passa attraverso gli alunni delle scuole, mentre d’estate si punta direttamente alle famiglie.

Nel punto vendita i titolari allestiranno un ‘angolo’ ben visibile dove apparirà la locandina “Freschezza e tipicità”. In questo corner troveranno spazio solo prodotti locali e stagionali: ora vanno per la maggiore pesche, nettarine, albicocche e susine, mentre per la verdura si è già in piena raccolta di lattuga, fagiolino e pomodoro.

Scarpellini conclude dicendo che “ogni punto vendita potrà mettere in risalto gli articoli che più soddisfano la propria clientela. L’importante è che ne esalti la provenienza del territorio”.

AL MERCATO SCONTI PER GROSSISTI E CONCESSIONARI

Due iniziative promozionali per i concessionari/grossisti del Mercato e per favorire i compratori. La prima riguarda un contributo ai concessionari; la seconda il servizio di facchinaggio gratuito ai compratori per un periodo di 15 giorni.

Il Consiglio di Amministrazione del For, presieduto da Domenico Scarpellini, ha deliberato un contributo ai grossisti che coincide, a grandi linee, con il canone di affitto di una mensilità dello stand al mercato. Scarpellini spiega che “la decisione del contributo è un riconoscimento ai nostri concessionari perché, pur in uno stato di crisi che attraversano, sanno soddisfare i consumatori con professionalità e sacrificio. Crediamo che solo collaborando tutti insieme si possano superare i momenti di difficoltà”.

I consumi stagnano e i grossisti del Mercato ortofrutticolo di Cesena ne risentono. Per questo il For, la società che gestisce il mercato, ha ritenuto opportuno deliberare un contributo agli operatori del Mercato.

Paolo Vasini, storico concessionario del Mercato, loda l’iniziativa. “E’ un segnale positivo. Siamo qua da decenni e ultimamente gli affari non vanno bene. Da un lato i consumi restano costanti o calano, dall’altro c’è tanta merce che arriva da ogni parte del mondo. Ma quello che più penalizza le imprese è la burocrazia con tante leggi e leggine europee, nazionali e regionali che hanno un costo e fanno perdere tempo. Questo contributo del Mercato è un segnale incoraggiante”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Carlo Orlandi: “Il contributo ovviamente è ben accetto. Ultimamente i prezzi sono normali, con differenze fra i vari articoli. Alcuni sono in calo, altri danno più respiro. Ad esempio la lattuga è stata venduta bene, specie quella locale di qualità. Cerchiamo di fare al meglio il nostro lavoro, ma notiamo che il comparto ortofrutta, anche a causa delle importazioni da tutto il mondo, soffre sempre di più. Al Mercato cerchiamo di valorizzare il prodotto locale e nazionale”.

La seconda iniziativa va a vantaggio dei grossisti compratori. Grazie a un accordo fra Mercato e cooperativa di facchinaggio, la Cofac di Cesenatico, per 15 giorni, fino alla fine di novembre, i compratori non pagheranno il servizio.

“E’ una buona iniziativa – commentano i grossisti Carlo Catasca e Mauro Matteini – che permette un risparmio pur nel mantenimento di un servizio di alta qualità. Lo scopo è quello di invogliare altri compratori a venire al Mercato e, grazie a questo incentivo, anche noi spargeremo la voce”.

Bernardo Quadri, responsabile della cooperativa facchini, commenta che “questa originale iniziativa è stata percepita molto positivamente da tutti i grossisti. Più gente viene al Mercato e meglio è per tutti”.

NEI PUNTI VENDITA FRESCHEZZA E TIPICITA’ GRAZIE AL MERCATO ORTOFRUTTICOLO

Entra nel vivo la campagna L’Angolo del Mercato promossa dal Mercato di Cesena in collaborazione con i punti vendita della Romagna. Grazie ad un accordo, i negozianti, piccoli o grandi che siano, promuovono la frutta e la verdura locale comunicando ai consumatori le virtù del “chilometro zero” e valorizzando i prodotti di stagione. Nei punti vendita aderenti i consumatori trovano le locandine dell’iniziativa, oltre a delle schede con ricette per utilizzare al meglio i vegetali di stagione.

“Lo scopo – spiega Domenico Scarpellini, presidente del Mercato – è quello di far conoscere ai consumatori la stagionalità dei prodotti locali. Si tratta di frutta e verdura freschissima che è bene consumare in grandi quantità considerata la bontà, la freschezza e il giusto prezzo”.

Sono alcune decine i negozi aderenti. Fra questi l’Economy di via Cerchia, in zona Vigne, e il frutta e verdura di Manuela Casadei in piazza Sant’Agostino.

“Puntiamo tantissimo sulla qualità delle produzioni – spiega Romina, la responsabile del settore ortofrutta dell’Economy – e per questo ci avvaliamo soprattutto del Mercato di Cesena, perché lì troviamo tutta la scelta, a partire dai prodotti locali dei nostri agricoltori”.

economy-matteo-magnani-e-romina

In pieno centro, il frutta e verdura Casadei sta valorizzando le schede informative e le ricette realizzate dal Mercato. “E’ una iniziativa importante – commenta la titolare – che permette di comunicare meglio con il consumatore”.

E’ a disposizione anche un ‘vademecum’ che riporta la successione stagionale di frutta e verdura e le proprietà nutritive di ogni prodotto. Ciò si inserisce nella scia di quanto il Mercato fa da anni, cioè l’educazione alimentare. Durante l’inverno questa passa attraverso gli alunni delle scuole, mentre d’estate si punta direttamente alle famiglie.

“Ogni punto vendita coinvolto – conclude Matteo Magnani, referente del progetto – può mettere in risalto gli articoli che più soddisfano la propria clientela. L’importante è che ne esalti la provenienza dal territorio”.

UN NUOVO STAND TUTTO BIOLOGICO

Biologico: il Mercato ortofrutticolo di Cesena ora ha uno stand che lavora esclusivamente prodotti bio. Nei giorni scorsi è stato inaugurato lo stand Agricola di Daniele Di Mauro. Con lui lavorano anche la moglie Donatella Sampugnaro e la figlia Valentina.

“La nostra principale caratteristica – spiega Di Mauro – è di essere un’impresa di tipo familiare. E in Sicilia le nostre famiglie hanno le aziende agricole con gestione di tipo familiare. A noi fanno riferimento circa 70 ettari di agrumeti coltivati secondo i criteri biologici e questo sarà il nostro punto di forza. Abbiamo un prodotto differente e quindi non ci sarà concorrenza con gli altri grossisti che trattano agrumi”.

Oltre agli agrumi bio, Di Mauro tratta altri prodotti come trasformati, mandorle bio, melograno e olive. A Cesena convergerà anche la produzione di 5000 piante di limone biologico.

“E’ un’offerta in più – commenta Domenico Scarpellini, presidente del For – che arricchisce la nostra struttura di un comparto, quello biologico, in cui eravamo carenti. L’alta qualità dei prodotti sono una garanzia non solo per noi, ma soprattutto per gli acquirenti che vorranno integrare i propri acquisti con prodotti biologici. L’importante è poter scegliere e avere la possibilità di rifornirsi presso la nostra struttura trovando tutto quanto è prossibile”.

INAUGURATA LA NUOVA VIABILITA’ INTERNA

Per il Mercato di Cesena l’ultimo anno può essere considerato il più proficuo della sua storia per quanto riguarda gli investimenti in opere di miglioramento. La struttura di Pievesestina è recente ma, in un panorama in cui la distribuzione di frutta e verdura fa passi da gigante, alcuni interventi non potevano più essere rimandati.

“Gli investimenti, quando programmati con criterio e secondo una logica ben precisa – spiega Domenico Scarpellini, presidente del For, la società che gestisce la struttura – devono essere considerati come un valore aggiunto sia per gli operatori quanto per la collettività. Non dimentichiamo infatti che il Mercato è una struttura comunale che svolge una funzione pubblica. La nostra struttura, grazie a una gestione oculata, ha un bilancio positivo e questo ci permette, ogni anno, di fare interventi per migliorarla e mantenere alti gli standard qualitativi, così come richiesto da operatori, agricoltori, grossisti e clienti”.

L’ammontare degli ultimi lavori è di circa 350mila euro, a totale carico della gestione del Mercato e senza aver chiesto impegni alle casse comunali.

Da pochi giorni è stato rivisto completamente il sistema di viabilità. Questa ha comportato la realizzazione di una nuova strada e razionalizzazione degli spazi interni, segnaletica orizzontale e verticale con creazione di posteggi interni ed esterni per circa 400 tra auto e autocarri. Sono state delimitate le aree alle spalle degli stand così da migliorare la sicurezza nel carico e nello scarico, mentre prima si svolgevano anche al limite delle corsie di transito.

Tutta l’area è stata riasfaltata e sono stati realizzati nuovi ingressi automatici. Nella zona est è stato costruito un nuovo ingresso. Tutta l’area, sia quella degli ingressi che la galleria, è controllata da un sistema di videosorveglianza. All’interno della galleria è stata rifatta l’illuminazione sfruttando la tecnologia led che, anche se inizialmente ha un costo maggiore, già nel breve periodo permette un rientro della spesa grazie ai minori consumi. Senza tralasciare la miglior efficienza illuminante.

In precedenza, erano state attivate le rampe di carico. In pratica, ora la frutta e la verdura possono essere caricate sui camion senza movimentazione a mano e senza che il prodotto si bagni in caso di maltempo.

“Grazie alle due rampe – aggiunge Scarpellini – abbiamo migliorato notevolmente la logistica, velocizzando il servizio di carico e scarico. Una esigenza fra le primarie degli acquirenti e degli standisti. Il mercato non è fatto solo di prodotti di qualità, che pure rimane il nostro obiettivo. Un mercato funziona anche quando la logistica è moderna e vi sono tutti i servizi adeguati ad un aumento costante dell’ortofrutta commercializzata”.

“Tutti questi interventi – conclude Scarpellini – erano indispensabili per rendere il Mercato più moderno ed efficiente. Non dimentichiamo che più della metà della frutta e verdura che arriva ai consumatori transita dai Mercati all’ingrosso. Ciò ci responsabilizza di fronte a chi, ogni giorno, lavora in questo settore, dall’agricoltore fino al dettagliante. Il Mercato rappresenta un baluardo di prodotti locali, tipici e freschi, raccolti e portati nei negozi nell’arco di 12-24 ore. Una filiera corta che dà garanzie sotto tutti i punti di vista”.

ROMBI DI SOLIDARIETA’ COL MOTOVERDURA

Tantissimi appassionati oggi hanno affollato il Mercato Ortofrutticolo di Cesena in occasione della terza edizione del Motoverdura, il raduno organizzato dal Motoclub Paolo Tordi in collaborazione col Mercato e l’Officina Stop&Go.

Nella galleria del Mercato si potevano ammirare tantissime moto, da quelle d’epoca alle moderne, dalle luccicanti custom a modelli che hanno fatto la storia del motociclismo italiano. E poi Vespe, Lambrette, sidecar restaurati con maestria… Ma c’è stato spazio anche per le auto d’epoca, con alcuni gioiellini che hanno catturato l’attenzione dei tanti passanti.

Sin da domenica mattina i motociclisti si sono ritrovati al Mercato Ortofrutticolo di Cesena per la colazione e per l’iscrizione al motoraduno. Dalle 11 un giro sulle colline cesenati che, complice la bellissima giornata, ha regalato ai partecipanti scorci mozzafiato. Dopo una sosta alla Cantina Sociale di Cesena, pranzo al Mercato e un pomeriggio da passare insieme con giochi e premiazioni.

Con la lotteria, poi, si è scelto di aiutare le popolazioni terremotate del Centro Italia, un gesto di vicinanza a chi nei giorni scorsi ha perso tutto a causa del sisma.

“Cesena è la città de mutor e della frutta – commenta Domenico Scarpellini, presidente del Mercato Ortofrutticolo – due momenti che oggi si ritrovano assieme in questa struttura pubblica per valorizzare due pilastri della tradizione del nostro territorio. Impossibile non ricordare Paolo Tordi e gli altri grandi piloti di Cesena. E’ una giornata di festa, ma è anche un’occasione per portare avanti tutto ciò che è tradizione, come noi cerchiamo di fare ogni giorno promuovendo il consumo di ortofrutta genuina e tipica”.

“Il Motoverdura è una gran bella manifestazione che porta tante persone nel nostro Mercato Ortofrutticolo”, aggiunge Matteo Magnani, coordinatore del Mercato. “Ringraziamo il Motoclub Paolo Tordi per l’impegno e tutti gli intervenuti che, grazie al Motoverdura, hanno potuto conoscere da vicino il nostro Mercato, una struttura di riferimento per il territorio che, seguendo i principi di freschezza e tipicità, rifornisce di ortofrutta fresca tanti negozi e attività della Romagna e non solo”.

BUONE QUOTAZIONI PER FRUTTA E VERDURA

Ottimo momento al Mercato ortofrutticolo per i prezzi di frutta e verdura. Il caldo sta favorendo i consumi e la gente gradisce prodotti di qualità, specie se locali. Negli ultimi giorni si sono registrate quotazioni medie interessanti, come si evince dal listino settimanale. Le angurie in casse sono aumentate del 5% con una quotazione di media di 40 centesimi il kg. Molto alti anche i prezzi per i fichi locali: essendoci un momento di vuoto, i pochi presenti hanno strappato anche 5 euro il kg.

Buoni i prezzi per le pere estive Carmen, aumentati del 13 per cento a quota 1,20 – 1,70 euro/kg in base ai calibri.
E veniamo all’articolo principe, la pesca e nettarina: per queste sono stati registrati aumenti medi del 10% nelle quotazioni con valori fra 0,70 e 1,50 euro/kg a seconda della qualità. Si tratta di cifre corrette che danno la giusta remunerazione al produttori e, dall’altro lato, al consumatore di acquistare poi prodotti di elevata qualità ad un giusto prezzo.

In ripresa anche le susine: ad esempio la Regina Claudia è stata pagata 1,20 euro/kg con un incremento del 20%.

“Il ruolo del Mercato – dice il presidente Domenico Scarpellini – è quello di fare incontrare domanda e offerta, dando dei servizi ai fruitori della struttura. Lo scopo è quello di valorizzare le produzioni locali mettendo in luce la qualità: per questo anche quest’anno abbiamo attivato l’iniziativa L’Angolo del mercato presso diversi punti vendita della Romagna”.

Buone quotazioni anche per tutte le verdure di stagione locali, caratterizzate da elevata qualità e, grazie al sole e caldo delle ultime settimane, dal sapore marcato e inconfondibile.

VISITE INTERNAZIONALI AL MERCATO

Visite da tutto il mondo al Mercato ortofrutticolo di Cesena. Nei giorni scorsi prima è arrivato un gruppo di operatori dall’Africa, poi un nutrito gruppo di giovani della Germania.

I tecnici africani provenivano da Etiopia, Tanzania, Madagascar, Kenya, Ghana e Malawi ed erano in Italia grazie al Ceub di Bertinoro. E’ stato fatto un inquadramento sulle origini della struttura a Cesena e sull’attuale funzionamento e gestione.

Il gruppo proveniente dalla Germania, invece, era costituito da ragazzi che frequentano un corso di specializzazione per operatori del settore. Fra loro, in futuro, potrebbe esserci qualche responsabile di acquisto ortofrutta di una grande catena di supermercati tedeschi. Il direttore Matteo Magnani ha descritto l’organizzazione interna e non è mancata, al termine, la consueta foto di rito.

“Queste visite – afferma Domenico Scarpellini, presidente del Mercato ortofrutticolo di Cesena – sono utili a coloro che vengono perché hanno modo di conoscere l’organizzazione di un mercato. Ma sono molto utili anche a noi perché ci permettono contatti con l’estero e ci fanno conoscere a un numero sempre maggiore di operatori del settore”.

Alimentiamo la Salute

Sabato 28 Maggio 2016 presso il Mercato Ortofrutticolo di Cesena andrà in scena “Alimentiamo la Salute con l’ortofrutta di Cesena”. Un’ottima occasione per far conoscere il mercato ortofrutticolo anche ai più piccoli.

Qui si può scaricare il programma.

Newsletter

Da oggi è attivo il servizio di Newsletter…iscriviti a questa pagina per rimanere aggiornato sulle ultime news del Mercato Ortofrutticolo all’ Ingrosso di Cesena